24 feb 2016

Azienda agricola "Casale del Giglio", vini pregiati

Sono davvero felice di annunciarvi questa bellissima collaborazione con Casale del Giglio, azienda agricola. Se amate come me i vini, leggete questo post e scoprirete un'azienda che fa vini davvero pregiati!
"..Per Antonio Santarelli, Casale del Giglio era la tenuta di famiglia dove da bambino trascorreva i fine settimana e tentava poi le prime corse in motorino.Ma, quando a venticinque anni inizia a collaborare in azienda con il padre Dino, avverte come quei terreni bonificati dell’Agro Pontino siano un’area vergine su cui poter tentare tutto il Nuovo possibile.
L’assenza di passato enologico diviene così lo stimolo determinante verso il massimo grado di libertà innovativa.Chiama accanto a sé ricercatori universitari e nel 1985, con il padre Dino, dà vita a un progetto che pone a dimora sui suoi terreni quasi 60 diversi vitigni sperimentali.Un’avventura complessa e rischiosa, mai tentata con questa scientificità, di cui diviene interprete l’enologo dell’azienda Paolo Tiefenthaler.
Avventura che ripaga però l’audacia con i primi importanti risultati sulle uve rosse Syrah e Petit Verdot e bianche come Sauvignon, Viognier e Petit Manseng, che danno vita a diverse etichette da monovitigno oppure da assemblaggio, sempre dall’interessante rapporto qualità-prezzo.."
 L'azienda mi ha gentilmente inviato un'elegante kit da degustazione, composto da:
6 vini (3 bianchi e 3 rossi) 
1 grembiule griffato 
Casale del Giglio
1 cavatappi
 griffato Casale del Giglio
1 dvd "Un uomo,una terra, un'idea"
2 brocure italiano/ inglese
listino storico

il tutto racchiuso in una cassetta di legno rustica e allo stesso tempo davvero chiccosissima!
Ne sono rimasta entusiasta già dalla presentazione e dal packaging, secondo me è da queste piccole grandi attenzioni che già si capisce la qualità delle aziende!!
























I vini che mi hanno gentilmente mandato, nel dettaglio sono:



Sauvignon:

Sauvignon 100%.Colore giallo paglierino brillante; profumo intenso e fragrante, con sentori di salvia e ortica; gusto fresco, molto minerale di pietra focaia, di buona struttura.

A questo vino, per festeggiare il compleanno di mia madre, ho voluto abbinare questo ottimo piatto: 
Paccheri di gragnano, con pomodorini e provolone del monaco
Ingredienti
olio extra vergine d'oliva
sale
250 g pomodorini freschi
basilico
150 g provolone del monaco
350 g paccheri di gragnano
Preparazione
Lavate i pomodorini tagliateli a metà poneteli in una casseruola alta con olio d'oliva, uno spicchio d'aglio, basilico, sale e cuocete per cinque minuti.
Aggiustate di sale e fate cuocere a fuoco basso per un paio di minuti.
Tagliate a dadolini piccoli il provolone del monaco, colate la pasta un minuto e versate nella casseruola i pomodorini.
Aggiungete il provolone del monaco ed amalgamate tutto a fuoco bassissimo per un minuto.
Ricetta semplice e deliziosa esaltata da questo preziosissimo vino Sauvignon che esplosione di sapori!!

Viognier:
Colore giallo brillante, con note floreali nettissime di petali di rosa bianca, tiglio, acacia e ginestra. In bocca si riscontrano sensazioni di frutta assai pronunciate di pesca e di albicocca. Insieme producono una grande dolcezza aromatica bilanciata perfettamente da buona freschezza e persistente mineralità.
Abbinamenti suggeriti: Pesce crudo proveniente dalle coste laziali o diversamente Sashimi.



Petit Manseng:

Colore giallo paglierino brillante, profumo molto intenso, aromatico e speziato; gusto fresco, molto minerale, sapido, di ottima struttura.


Per questo delizioso vino Petit Manseng invece, ho voluto abbinare una ricetta golosissima che adoro in assoluto!
 Cocktail di gamberi e capesante gratinate:
Ricetta Cocktail di gamberi
   
Ingredienti : 
16 gamberi
lattuga q.b.
salsa cocktail q.b.
Preparazione:
Per prima cosa preparate la salsa cocktail.  
Poi lavate e sgusciate i gamberi. Scottateli in acqua leggermente salata ed una volta cotti lasciateli raffreddare. Lavate ed asciugate la lattuga e mettetela da parte.
 In quattro coppe, suddividete la lattuga, adagiateci i gamberi e versateci sopra delicatamente un pò di salsa cocktail.
 Lasciate riposare un paio di minuti.

Ricetta Capesante gratinate:
Ingredienti
4 Capesante
4 rametti di prezzemolo
1 spicchio di aglio
40 g di pane grattugiato
Pepe nero macinato al momento
Sale fino
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Preparazione:
Aprire le capesante, staccarle dal guscio. Lavare bene, compreso il guscio.Lavare il prezzemolo e tritarlo finemente assieme allo spicchio d'aglio.
Mescolare tutto insieme il pangrattato, il trito di aglio e prezzemolo, una macinata di pepe, un pizzico di sale e l'olio.
Disporre le capesante in una teglia da forno e distribuire su ognuna un po' di ripieno, devono essere ben cosparse. Unire quindi un filo d'olio e infornare a 200° per 12 minuti circa. A fine cottura devono essere ben gratinate, ma non eccedere con i tempi perchè se cuociono troppo diventano dure.
Che ve ne pare non vi sembra un piatto davvero delizioso??
Abbinato a questo vino è proprio l'ideale!

Petit Verdot:
Colore rubino violaceo; profumi intensi e persistenti di piccoli frutti rossi, di ciliegia e vegetali, come mirto e ginepro. Bella rotondità in bocca, dovuta a tannini morbidi e vellutati, construttura elegante. Finale con note di pepe bianco e spezie.
Abbinamento suggerito: Costolette di abbacchio al forno.




                                              Mater Matuta:
Rubino cupo, densissimo; al naso spiccano sentori balsamici, poi caffè scuro in grani, viola e marasca matura. Emerge, infine, una forte speziatura di coriandolo, noce moscata e cannella. Bocca che avvolge e seduce grazie ad una trama tannica perfetta e ad una ben integrata freschezza. Finale fruttato e persistente.
Abbinamento suggerito: Provola di latte di Bufala 100%.

Tempranijo:
Colore molto intenso con sentori fruttati di lampone, ribes nero e aromi di sottobosco, avvolti da una nota dolce di marasca matura. Al gusto è ricco e molto concentrato con note speziate e fruttate, esaltate da una consistente presenza di tannini molto dolci. Al retrogusto lungo e persistente, si adatta bene a lunghi affinamenti in bottiglia.


A questo vino ho voluto abbinare un ottima
Pizza Rustica Ripiena (di cui lo ammetto, ne sono proprio ghiotta!)
Ingredienti
500 g di farina
250 g di burro
sale.
Per il ripieno
5 uova
100 g di prosciutto
300 g di ricotta
250 g di fiordilatte
50 g di salame
80 g di parmigiano grattugiato
sale e pepe.
Preparazione:
Impastate la farina con 50 g di burro, un pizzico di sale ed un po' di acqua tiepida. 
Lavoratela per 15-20 minuti.Stendete separatamente le sfoglie e con un disco di pasta foderate una teglia unta. In una terrina stemperate la ricotta con le uova intere e battete il composto con una forchetta aggiungendo il parmigiano, un pizzico di sale ed uno di pepe. Mescolate a questa crema densa il fiordilatte ed il prosciutto tagliato a dadini e versate il tutto nella teglia. Coprite con la sfoglia rimasta e cuocete a fuoco vivace per circa un'ora. Servite caldissima.
Spero che vi siano piaciute le mie ricette, io ho gradito moltissimo questi pregiati vini Casale del Giglio, davvero squisiti! 
Ringrazio l'azienda per la bellissima collaborazione!

Non posso far altro che invitarvi a visitare il loro SITO e la loro pagina Facebook  per tenervi sempre aggiornate sulle ultime novità!

Continuate a seguirmi .....Follow me!!!!
                                                              
                                                                           Dico la mia...Recensioni
                                                       Margot

Nessun commento:

Posta un commento

ULTIMO POST

Teaola: "Tea aventure".

Ciao bellezze, sono felice di entrar a far parte del "Tea aventure" dell'azienda americana  Teaola , che  offre i migliori tea...

FOLLOW ME ON TWITTER