29 giu 2015

Trnd: Progetto Pasta De Cecco (parte 2°)



Oggi voglio parlarvi della "prova vetrino" per la pasta De Cecco, parte del progetto di TRND di cui faccio parte.
Il vetrino, presente nel kit, è davvero facile ed intuitivo nella sua semplicità ed efficacia di utilizzo..


Durante le prime fasi di cottura, la parte esterna già cotta è traslucida, mentre la parte interna cruda, detta «animella», è bianca. Man mano che la cottura procede la parte bianca si riduce e la parte traslucida aumenta. Il punto ideale di cottura si raggiunge quando la parte bianca scompare, ovvero quando l'animella sparisce. Possiamo provare noi stessi a controllare la presenza dell'animella: il modo più semplice è quello di tagliare la pasta con il coltello e di controllare la sezione di taglio. L'animella si presenta qui come dei punti bianchi più o meno grandi. 


Un sistema più preciso, utilizzabile soprattutto per gli spaghetti, è quello di schiacciare la pasta fra due vetrini (che ho trovato nel mio kit del progetto). In questo caso l'animella si presenta come una riga bianca più o meno spessa a seconda del tempo che manca alla cottura completa. Per la valutazione della qualità della pasta è indispensabile la cottura a scomparsa dell'animella. Una pasta di buona qualità e fatta solo con la migliore semola di grano duro, come la pasta De Cecco, una volta cotta rimane ben separata nel piatto, presenta un colore giallo paglierino (come quello del grano), è uniforme alla masticazione e ricorda il sapore dolce della semola, mantenendo la sua consistenza a lungo.

Sui pacchetti di Spaghetti De Cecco n 12, la cottura consigliata va dai 12 minuti, ma se si preferisce una cottura al dente anche di 10 minuti... e per questo ho voluto fare la prova vetrino sia ai 10 minuti di cottura (come di vede nella prima foto dell'immagine sottostante),  che ai 12 minuti di cottura (seconda foto dell'immagine sottostante)...nella prima foto è visibile la presenza dell'animella della pasta, proprio a conferma che la pasta è al dente, mentre nella seconda foto si vede chiaramente che l'animella è scomparsa del tutto..
Io sono una fan accanita della pasta al dente, quindi l'ho preferita con una cottura di 10 minuti, mentre i miei genitori per esempio l'hanno preferita con 12 minuti di cottura ...



Alla fine, tutti sono rimasti soddisfatti ed hanno gradito moltissimo gli spaghetti De Cecco, che ho voluto cucinare con un semplice sughetto al pomodoro, al pranzo domenicale..

Et voilà..... ecco il risultato!! Gli spaghetti De Cecco sono davvero buonissimi al gusto e perchè no, anche belli da vedere! Che ve ne pare?? ;)






Nella prossima parte vi parlerò delle Penne Rigate De Cecco...
Spero vi sia piaciuto questo articolo,continuate a seguirmi....follow me!!

7 commenti:

  1. Anonimo6/23/2015

    wowww che buonaaaaaaa ;)

    RispondiElimina
  2. Anonimo6/23/2015

    Complimenti bellissima recensione sulla prova vetrino ;)

    RispondiElimina
  3. Mi fa piacere vi sia piaciuta!!! :)

    RispondiElimina
  4. Complimenti per essere stata scelta. Ottima pasta

    RispondiElimina
  5. io mi sono divertita molto con nuove ricette e la pasta de cecco merita davvero!

    RispondiElimina
  6. Anche io ho fatto tante ricette sfiziose con la pasta De Cecco!!! NOn delude mai ;)

    RispondiElimina